Input your search keywords and press Enter.

Un vintage di-vino a Pietrasanta: Vineria Vinamore

di Francesca Ciuffi

vinamore2Sono in compagnia della mia famiglia e di un gruppo di goliardici amici… Tutti veniamo da un pranzo estenuante ed essendo le sei di pomeriggio prevediamo che la nostra cena consisterà in un buon tè disintossicante. Ma poi, passeggiando per il centro di Pietrasanta arriviamo in una piazzetta davanti ad un centauro, o meglio al Centauro di Mitoraj che ci guarda richiamando la nostra fantasia sopita e…. riusciamo a scorgerla.

Di cosa parlo? Ma dell’invitante entrata di un “bar”, posto vicino ad una nota galleria d’arte, quella di Barbara Paci. Così ci lasciamo alle spalle i buoni propositi ed entriamo… Arte e vino qui si combinano alla perfezione, dando un senso alla collocazione di questa enoteca… perché questo è il Vinamore: una magica enoteca. Un piccolo salottino, degli scaffali zeppi di giochi di società e un’altra coreografica saletta retrostante con un pianoforte e una parate tappezzata di tappi di sughero. Ci guardiamo e non sappiamo se siamo finiti in una scena teatrale, in un sogno di Alice nel paese delle meraviglie oppure, come piace a me, vedere in questo luogo un vero negozio vintage….

Infatti, bastano dieci minuti di sosta al Vinamore e si riescono a scorgere oggetti veramente strabilianti, dal kitsch di improbabili soprammobili a sedie in perfetto stile anni ’70, ad altri ammennicoli che acchiappano suggestioni di vari momenti della storia di tutti noi… Nella mia compagnia Enrico si mette a suonare, poi assieme a Dino anche a cantare… intanto le piccole del gruppo improvvisano una partita all’Impiccato (un gioco con radici antiche rivisitato in una scatola nuova e moderna) e io ed Elisa ordiniamo i primi calici per tutti… che presto si trasformeranno in un ovvio bis… Al bancone ci sono Elena e Giampiero, anche loro con il bicchiere in mano che brindano con noi. Si crea subito una perfetta empatia… ma come pensare di non vivere qua una sintonia tra corpo, mente, buon vino e l’anima dei proprietari che a questo locale hanno dato vita… una vera vita pulsante…

vinamoreDa quel giorno io sento questa piccola enoteca il mio angolo di relax e buon bere a Pietrasanta. Elena mi propone ogni volta nuove degustazioni ed io non faccio complimenti e assaggio… L’elenco delle etichette con cui rifornire la cantina non è casuale e scontato, ma è frutto di una ricerca accurata, che viene reinvestita in questa nicchia di colori dove non ci si può annoiare, dove l’ambiente non è grande ma lascia spazio all’immaginazione e stimola le chiacchiere ed il sorriso…

Un legame quello per il vino che Elena si è davvero meritato. La sua particolare storia la unisce in modo indissolubile a questo prodotto. Il vino la ha letteralmente illuminata in un periodo difficile della sua vita… la ha rinnovata stabilendo con esso una liaison di pura passione e rispetto. Passione che poi ha condiviso con il marito Giampiero e che tutti i giorni porta al Vinamore. Quando vengo da Elena e Giampiero io ho un vino preferito, che proviene giusto giusto da Lucca: un Colline Lucchesi Merlot in purezza da agricoltura biologica della Tenuta Maria Teresa… davvero da provare, così come le etichette della Fabbrica di San Martino, sempre della Lucchesia.

E per chi ama i bianchi.. la Ribolla Gialla (friulana) di Norina Pez oppure per concludere in bellezza questa breve carrellata di assaggi, il Sass’alsole (un San giovese in purezza) dell’amica Silvia, che come dice Elena varrebbe a tutti gli effetti un articolo: una donna che si è fatta da sola. Insegnava presso la facoltà di Agraria a Firenze, ma la sua vera passione era produrre vino. Ci è riuscita e lo fa da sola, nella sua azienda sita nel cuore della Maremma (l’azienda Sass’alsole, appunto, omonima del suo primo vino), dove ha quattro ettari di Sangiovese e uno più recente di Pugnitello… spettacolo!! sempre usando l’entusiasmo di Elena.

Ma il Vinamore, come dicevo, è più di un’enoteca. Un nido di immagini che provengono da ricordi antichi, quelli della radice personale della proprietaria, che anima ogni cosa: oggetti della casa di Firenze, di dove lei è originaria, oggetti del padre presi dall’attuale casa di Pietrasanta e oggetti della nonna, e sono proiprio quelli che danno il tocco vintage al locale. Lo spazio ristretto non permette ai proprietari di proporre dei veri “apericena”, sebbene Elena prepari dei piccoli panierini di formaggi e salumi, da stuzzicare degustando un buon vino…

E poi come chicca finale al Vinamore potete trovare eccezionali digestivi, sempre di matrice lucchese (azienda Massagli) come la Biadina con pinoli, l’elixir di China e l’amaro Massagli, una ricetta segreta del signor Pasquale Massagli di Lucca…. ciò, per esempio, se decidete di passare qua il vostro dopo cena… Inoltre, l’estro personale ha condotto nel tempo i proprietari ad organizzare degli eventi a tema, che coinvolgono attivamente avventori ed osti e che adesso non voglio svelarvi, ma che vale di certo la pena di scoprire con la scusa di andare ad allietarsi con un vino Doc… diventando a tutti gli effetti VINAMICI!!

una mela all’occhiello (nota da nutrizionista)

Che dire del Vinamore in questa personale rubrica? Un merito ai proprietari nell’attenzione alla qualità dei prodotti, all’Agricoltura biologica, alle etichette della nostra terra, la Toscana, che in fatto di vino la sa lunga, così come il nobile riconoscimento a giovani imprenditori, che come Elena e Giampiero si impegnano a dare a questo sublime prodotto un valore aggiunto: l’amore…

Personalmente vi suggerisco, venendo qua, di assaggiare proprio gli splendidi vini lucchesi e di provare perlomeno una volta il merlot citato, che, ahimè, Elena non ha sempre, ma che se con un po’ di fortuna ci si “incappa”, ci arricchisce di un sapore netto e pulito: una sinfonia!

Perciò, mettete in rubrica il numero del Vinamore e chiamate di tanto in tanto Elena o Giampiero, chiedendo di quel vino…. e cominciando così il vostro viaggio all’enoteca vintage di piazza del Centauro a Pietrasanta; un viaggio che mi auguro vi porti lontano, soprattutto nell’apprezzare le sottili sfumature del gusto.

Vineria Vinamore di Greco Maria Elena
Piazza del Centauro (Via S. Agostino)
Pietrasanta (Lu)
Tel. 0584 1848090
www.vinamore.it

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi